Le classi di sicurezza delle scarpe antinfortunistiche

Quando è necessario compiere lavori pericolosi che comportano un determinato rischio di infortunio è indispensabile dotarsi di alcuni dispositivi di sicurezza che proteggano l’operatore, una delle soluzioni più efficaci è data dall’utilizzo di apposite scarpe antinfortunistiche.

Classificazione delle scarpe antinfortunistiche

A seconda del tipo di lavoro svolto le scarpe antinfortunistiche hanno come funzione fondamentale quella di proteggere da cadute o dal sostenimento di carichi pesanti, od ancora incorporano una qualità di sicurezza dall’elettricità o di impermeabilità all’acqua. Questi dispositivi di sicurezza sono classificati in categorie distinte in base al grado di protezione offerto. Vediamo quali sono assieme agli esperti di scarpeantinfortunistiche.org :

classi sicurezza scarpe· Categoria SB; si tratta della versione base che detta i requisiti minimi di una scarpa antinfortunistica ossia la dotazione di una particolare resistenza a strappi, alle emissioni intense di vapore ed alle abrasioni; la presenza di una suola con proprietà antisdrucciolo e di un puntale d’acciaio da 200 jule permettono di assicurare la protezione minima necessaria allo svolgimento di lavori potenzialmente pericolosi

· Categoria S1; questo modello di scarpa antinfortunistica è dotata di proprietà antistatiche ossia della capacità di ridurre l’accumulo di cariche elettrostatiche e di ridurre i rischi di incendio nel caso di lavori che richiedano il contatto continuo con sostanze infiammabili. E’ consigliabile quindi non posizionare alcuna suoletta tra il piede ed il sottopiede della scarpa e se viene inserita, occorre verificare le eventuali reazioni elettrostatiche conseguenti. Questa categoria comprende anche una speciale protezione del tallone dagli urti grazie ad un sistema di progettazione della scarpa volto a ridurre l’energia prodotta dagli eventuali urti subiti nell’area del tallone; è prevista inoltre, la dotazione di una speciale protezione in acciaio nella zona della punta dei piedi e di una lamiera che impedisce la perforazione della suola

· Categoria S2; questo tipo di certificazione assicura un’impermeabilità della tomaia fino ad un tempo di almeno 60 minuti; grazie ad una forte capacità di resistenza all’azione penetrante dell’acqua sono scarpe particolarmente indicate per i lavori che prevedono l’uso di acqua costante o per le operazioni eseguite in zone fangose

· Categoria S3; è una scarpa antinfortunistica che presenta tutte le caratteristiche del modello S2 con l’aggiunta ulteriore di una lamina anti perforazione inserita all’interno della suoletta e grande quanto tutta la pianta del piede

· Categoria S4; incorpora tutte le qualità della versione S1 con l’aggiunta di una speciale resistenza all’azione di idrocarburi

· Categoria S5; contiene le caratteristiche del modello S1 integrato della lamina anti perforazione e di una suola scolpita e tassellata; questo modello garantisce un’impermeabilità all’acqua del 100%

Le scarpe antinfortunistiche si possono trovare inoltre in versione femminile con una calzata più stretta rispetto a quella standard; composte da un diverso materiale di tomaia che rende la scarpa traspirante e protettiva nei confronti di acidi e calore; con un puntale composto in alluminio o con materiali meno pesanti che rendono più leggera la scarpa; ed ancora si possono trovare scarpe antinfortunistiche più o meno flessibili in base alla tipologia del lavoro svolto.

Leave a Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi