Finanza: approvate le modifiche al regolamento sulle trimestrali

Novità interessanti per il mondo della finanza, già da qualche anno al centro di importanti modifiche della sua struttura interna. Sono infatti in arrivo nuove norme per quanto riguarda la pubblicazione delle relazioni trimestrali, novità che entreranno in vigore a partire dai primi giorni del prossimo anno. Ma entriamo più nel dettaglio e scopriamo in cosa consisteranno questi cambiamenti.

La Consob ha finalmente approvato le tanto attese modifiche al Regolamento Emittenti in materia di resoconti intermedi di gestione, i documenti contabili che dal 2007, anno della messa a punto e dell’introduzione della prima direttiva europea Transparency, hanno preso ufficialmente il posto delle vecchie relazioni trimestrali.

approvate modifiche regolamentoSi tratta ovviamente di un traguardo di fondamentale importanza, il punto di arrivo di un ormai lungo processo normativo iniziato nel febbraio scorso con il recepimento della direttiva Transparency II (2013/50/UE), con la quale è stato abrogato definitivamente l’obbligo di pubblicazione dei resoconti intermedi di gestione.

Bisogna però a questo punto fare i dovuti chiarimenti sulle direttiva europea. Su http://www.migliorefinanza.com/ potete approfondire questo e altri argomenti legati al mondo della finanza.

Quest’ultima ha infatti lasciato ai Paesi membri della UE la libera possibilità di reintrodurre informazioni periodiche aggiuntive rispetto alle relazioni finanziarie annuali e semestrali. Sulla base di questa norma, alle società quotate resta in questo modo la facoltà di scegliere se pubblicare o meno le informazioni finanziarie periodiche aggiuntive.

Nel caso dovessero scegliere, ovviamente su base volontaria, di pubblicarle, le società avranno l’obbligo di comunicare al mercato la propria scelta. L’eventuale decisione di interrompere la pubblicazione dovrà essere poi motivata e quindi resa pubblica, acquistando efficacia a partire dall’esercizio successivo.

Le nuove disposizioni interne al Regolamento Emittenti verranno applicate a partire dal 2 gennaio 2017, in modo così da consentire alle società di rispettare la nuova normativa, concepita principalmente per contenere i costi ed evitare politiche industriali di breve periodo. Continuare a pubblicare i trimestrali, secondo la Consob, “rappresenterebbe un onere significativo soprattutto a carico dei piccoli e medi emittenti.

L’abolizione dovrebbe consentire di conseguire una significativa riduzione degli oneri correlati con l’ammissione a quotazione e dovrebbe determinare una diminuzione dei costi di accesso al mercato dei capitali”. E ancora: “incoraggerebbe le imprese (e gli investitori) ad orientarsi verso le performance aziendali a breve termine a discapito di strategie di investimento di lungo periodo”.

Scopriremo nei prossimi mesi quanto siano giuste le previsioni della Consob e quanto sarà sfruttata la nuova normativa.

Leave a Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi